SAIE: la pandemia rinnova il concetto di casa


19 Giugno 2020

La pandemia del Covid-19 ha trasformato il modo di concepire la casa e i suoi spazi. Progettazione e costruzione degli ambienti domestici devono rispondere a esigenze diverse, basate su nuovi stili di vita, ma anche sulla tutela della salute e sul comfort abitativo, non sempre garantiti nelle abitazioni attuali. Secondo la fotografia di SAIE - la fiera delle costruzioni organizzata da Senaf che si terrà a BolognaFiere dal 14 al 17 ottobre 2020 - su base dati Istat, nel 2018 in Emilia-Romagna circa 561.000 cittadini (12,6%) vivevano in una casa con problemi strutturali o di umidità. In tutta Italia il totale tocca quasi quota otto milioni di cittadini (13,2% della popolazione). La filiera edile riparte dalle esigenze emergenti con un rinnovato modo di progettare e costruire fondato su flessibilità, sostenibilità, salubrità e tecnologia. L’appuntamento di Bologna di SAIE rappresenta dunque un’occasione unica per favorire la ripartenza e lo sviluppo dell’intero comparto edile.

(riproduzione riservata)