Cultura

Vent'anni di “Auto in fiore” e la beneficenza è servita

A Ferrara per una riscoperta delle meraviglie del Medioevo e del Rinascimento


17/10/2019

È fissata per domenica la 20a edizione di “Auto in fiore”, l’iniziativa di beneficenza organizzata dal suo fondatore, Claudio Antonini, socio del Club Nettuno Auto Storiche Bologna, e promossa da Scuderia Ferrari Club e Jaguar Club Italia. La manifestazione è patrocinata da Regione Emilia Romagna e Regione Emilia Romagna Assemblea Legislativa, Città Metropolitana di Bologna, e Città di Castenaso. Protagoniste della giornata saranno ancora una volta le auto d’epoca, che quest’anno percorreranno il centro storico di Ferrara alla scoperta delle sue meraviglie tra medioevo e rinascimento. 
La giornata comincerà alle ore 07,30 con il ritrovo presso l’Officina F.lli Tomasini di Villanova di Castenaso. Da qui le vetture passeranno per la colazione al Bar Gelateria Muvin’, dove avverrà anche la distribuzione del tradizionale omaggio floreale offerto da Flornova. La partenza per Ferrara è fissata per le ore 08,30. Le auto verranno lasciate in sosta nei pressi del centro storico e da qui partirà la visita guidata che comprende: Corso Ercole I D’Este, dove spicca, tra gli altri, il Palazzo dei Diamanti; il Castello Estense; la Cattedrale, intitolata a San Giorgio Martire, patrono della Città; Casa Romei, una delle poche residenze nobiliari del Quattrocento ferrarese; e il Ghetto ebraico di impronta medioevale. A fine visita è previsto un pranzo al ristorante La Provvidenza
Dichiara Claudio Antonini, fondatore di “Auto in fiore”: «Ringraziamo sentitamente tutti gli sponsor e i partecipanti che, nel corso di questi venti anni, ci hanno permesso di raggiungere l’importante obiettivo di raccogliere 80mila euro e di realizzare una grande iniziativa di solidarietà. Con il ricavato di “Auto in fiore” sono stati distribuiti, dagli assistenti sociali del Comune di Castenaso, a varie famiglie bisognose, diversi buoni spesa da utilizzare presso il supermercato Coop di Castenaso». 
La stessa Coop di Castenaso integrerà con un proprio contributo la somma di denaro che sarà depositata dall’associazione “Auto in fiore” permettendo, in questo modo, di sostenere un numero maggiore di persone in difficoltà. Le attività di “Auto in fiore” svolte nel corso del 2018 hanno permesso di ricavare circa 4mila euro, interamente devolute per queste iniziative di solidarietà. 
“Auto in fiore” è dedicata alla memoria di Monica Tomasini, socia del Club Nettuno Auto Storiche Bologna, prematuramente scomparsa. Alle prime 80 vetture iscritte verrà offerto un oggetto delle “Ceramiche Faentine”, dipinto a mano. Sono ammessi all’escursione equipaggi in auto e moto sia d’epoca che moderne. 
Anche per quest’anno, “Auto in fiore” ha ricevuto il contributo di numerose attività commerciali di Bologna, Villanova di Castenaso, Granarolo dell’Emilia, San Lazzaro di Savena, Pianoro, Budrio, San Giorgio in Piano.

(riproduzione riservata)