Prima pagina

Retake Milano: nuove energie per una città migliore

Crescono intanto le richieste di partecipazione a difesa del “bene comune”


07/02/2019

Prosegue continuo e inarrestabile l’impegno per la difesa e la valorizzazione del Bene Comune di Retake Milano, l’associazione onlus sempre più sollecitata dai cittadini e dalle aziende che si vogliono impegnare a dimostrare il loro amore per Milano. Se già nel 2018 si era visto il coinvolgimento di duemila cittadini, le previsioni per il nuovo anno sono molto promettenti per il numero di volontari che hanno aderito ai nuovi progetti e che fanno presupporre un record di partecipazione. 
Soddisfatto l’assessore milanese alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data, Lorenzo Lipparini, grande sostenitore dei Patti di collaborazione, uno strumento importante che agevola la voglia di partecipazione civica dei volontari, al fine di snellire i processi burocratici con le istituzioni locali e nel contempo tutelarli. 
«Anche quest’anno il Comune di Milano - ha commentato Lipparini - collaborerà con Retake per la cura dei beni comuni in diversi interventi per il miglioramento della qualità della vita nei quartieri. Una delle prossime attività che ci vedrà uniti, insieme ad altre realtà associative, è la riqualificazione di via Abbiati, nel Municipio 7, con un intervento che cambierà il volto della zona. Di questo e degli esiti della sperimentazione dei patti di collaborazione parleremo il prossimo 9 marzo all’interno di “Fa’ la cosa giusta”, quando faremo il punto sui prossimi sviluppi dell'amministrazione condivisa». 
Per il terzo anno consecutivo continuano i progetti nelle Scuole e nel Bosco invisibile. Al riguardo il magistrato Anna Maria Caruso, garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, condividendo il messaggio dell’associazione, ha affermato: «Voglio sottolineare l’importanza dell’educazione al rispetto dei beni comuni, sia con riferimento al verde sia con riferimento ai muri delle nostre scuole e case». 
Coerente ai valori del magistrato, dunque, continua la lotta all’inquinamento indoor di Retake Milano grazie all’uso di nanotecnologie e prodotti fotocatalitici e la lotta al degrado dei muri esterni agli edifici. Il 2019 vedrà l’associazione impegnarsi nel completamento della ritinteggiatura delle aule nella scuola Pisacane e nell’espansione del progetto nella scuola media Manara. Diversi sono inoltre i progetti in programma e in via di definizione in parecchie scuole della città.

(riproduzione riservata)