Storie d'impresa

Italo ha scelto Employerland per selezionare 150 candidati

La startup, leader nel mondo nella gamification, ha creato un quiz-game per allenare attitudini e competenze dei candidati


11/02/2019

Sono veramente pronto per quel colloquio di lavoro? Quante possibilità ho di superarlo? Ho il profilo giusto? Sono le domande con cui si interroga chiunque risponde ad una inserzione di lavoro. Spesso si va ad un colloquio al buio, non avendo idea di cosa accadrà, a quali domande si dovrà rispondere. Ora grazie ai sistemi di Digital Selection si possono accorciare i tempi fornendo da subito un riscontro al candidato. È la strada scelta da Italo per il lancio della nuova campagna di assunzioni: 150 candidati da assumere sui treni come hostess, steward e operatori di impianto. Per rendere game questa prima parte del processo di assunzione, Italo ha deciso di utilizzare la piattaforma di quiz-game realizzata da Employerland. Orientare i giovani al lavoro con strumenti innovativi, che sfruttano le potenzialità della Gamification e dei sistemi digitali, contribuisce a ridurre i tempi della scelta e i costi per l’impresa, che per la ricerca del personale in Italia ammontano annualmente a circa 28 miliardi di euro. Il game online fa risparmiare quindi tempo e denaro alle imprese. 
I vertici di Italo hanno scelto quindi la tecnologia di Employerland, che si occupa di sistemi innovativi per il mercato del lavoro, una applicazione per smartphone che, con una sorta di gioco a quiz, permette ai candidati di verificare le proprie abilità e fare il training giusto per allenarsi ed essere quindi più pronti ad affrontare l’iter di selezione per l’assunzione. Sono previste prove di inglese, logica, cultura generale e conoscenza dell’azienda. Il game, nella formula dell’app, può essere fatto ovunque e dà ai candidati l’opportunità di mettersi in gioco ed andare alla selezione non come ad un appuntamento al buio. Un modo innovativo per avvicinare i candidati all’azienda, orientandoli in un percorso di pre-selezione che nulla precluderà; Italo infatti non verrà a conoscenza dei risultati ottenuti dai diversi candidati che vorranno entrare a far parte della squadra. «Il processo di selezione impostato da Italo può, grazie al supporto del game, aiutare i ragazzi a focalizzare meglio le proprie competenze e abilità allenandole continuamente e dando un feed-back ai candidati sui propri punteggi in tempo reale», afferma Gabriele Lizzani, fondatore di Employerland. 
Ilaria Alfonso, Responsabile della Selezione e della Comunicazione Interna per Italo, spiega che l’obiettivo è dare «l’opportunità ai ragazzi che sognano di lavorare sui nostri treni di allenare le loro competenze attraverso un gioco per smartphone per arrivare più preparati alle selezioni. Abbiamo scelto di utilizzare proprio un’app e un game per essere vicini al mondo dei millennials che utilizzano questi sistemi digital ormai nella loro quotidianità». 
Lo smartphone diventa così uno strumento anche per trovare lavoro. Employerland fa da apripista in questo settore. La società guidata dal Ceo Gabriele Lizzani ha sviluppato una applicazione per cellulari che elimina il “miss match” favorendo domanda e offerta di lavoro, cioè è in grado di mettere in contatto i giovani ad alto potenziale con grandi imprese alla ricerca di nuovi talenti. Fino ad ora questo meccanismo conta 50mila iscritti e sono state coinvolte oltre 500 grandi aziende.

(riproduzione riservata)