Leader di mercato

Eismann: รจ il grande freddo a fare crescere il business

La nuova strategia di distribuzione ha portato a un aumento dell'80% della clientela. In vista anche 100 nuove assunzioni


18/05/2020

Giovanni Paolino

L’emergenza Coronavirus ha cambiato, probabilmente in maniera definitiva, stili di vita e comportamenti delle persone. Acquisti mirati in un’ottica di risparmio, comodità e consegna a domicilio, per evitare lunghe code e assembramenti al supermercato, rappresentano ad oggi le condizioni che orientano i consumatori verso le loro scelte di spesa. Grazie ai suoi punti di forza, Eismann, il gruppo leader nella consegna a domicilio di surgelati di alta qualità, guidato dall’Amministratore Delegato Giovanni Paolino, che nel 2019 ha raggiunto un fatturato di 98 milioni di euro e un Ebitda di 3,2 milioni, rappresenta la risposta alle rinnovate esigenze delle famiglie e sarà al centro del loro futuro. 
In pieno lockdown l’azienda veronese è rimasta vicina agli italiani intensificando la presenza al numero verde per gli acquisti telefonici e online e la frequenza delle consegne a domicilio, che sono totalmente gratuite. Per questo motivo Eismann assumerà oltre 100 venditori su tutto il territorio nazionale e amplierà l’organico del 10% nel customer care. Si tratta di veri e propri consulenti in grado di orientare il cliente sulla scelta dei prodotti più adatti alle loro necessità, evitando di mettere in dispensa cibi in eccesso per ottenere così notevoli risparmi sulla spesa. La vicinanza dell’azienda alle esigenze economiche della clientela sarà garantita anche dal mantenimento dei prezzi fissi fino a gennaio 2021. 
La risposta dei consumatori non si è fatta attendere. L’azienda non solo ha aumentato la fidelizzazione dei suoi tradizionali clienti, ma ha anche registrato un incremento dell’80% di nuove famiglie servite, diventando una piattaforma interessante per numerosi grandi marchi del Made in Italy, che l’hanno contattata per approfondire il business del futuro, rappresentato dalle consegne a domicilio. Nel bimestre marzo-aprile 2020, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il traffico web è cresciuto in maniera esponenziale, così come il fatturato, aumentato di circa il 50%. 
In un periodo di crisi economica senza precedenti, che farà sentire i suoi effetti nell’immediato futuro, Eismann si muove dunque in controtendenza grazie al fatto di essere più che mai in grado di proporre un prodotto e un servizio in linea con le mutate esigenze di acquisto e di consumo proveniente dal mercato. 
Eismann è presente in 4 Paesi europei (Italia, Germania, Austria e Olanda) e dispone di un’organizzazione capillare che conta, in Italia, 49 filiali, 850 venditori e 240 dipendenti. Serve oltre 350 mila famiglie. Per il 2020 il giro d’affari sarà in crescita e sarà una delle poche aziende a presentare bilanci in positivo.

(riproduzione riservata)