Cultura

"L'origine delle Tenebre"

Gianluca Versace torna in libreria con un thriller mozzafiato


17/12/2018

di Mario Pinzi


Per raggiungere la giusta ispirazione e dare vita al suo nuovo romanzo, “L’origine delle tenebre” (BookRoad, pagg. 249, euro 12,90), Gianluca Versace si è immedesimato nell’assassino e intinto la penna nella fantasia omicida più estrema. Per rendere affasciante il romanzo, ha scavato nell’oscuro dell’esistenza del personaggio che ha creato e il suo thriller si divora pagina dopo pagina. 
Nel passato di Luca Graf c’è un lacerante segreto, ma il suo bisnonno ne nascondeva uno ancor più inconfessabile, una sconvolgente verità che ha cambiato il corso della storia dell’umanità e con cui Luca si ritrova a fare i conti. Intanto, un serial killer spietato e sanguinario compie omicidi rituali e un potente generale ordisce un colpo di stato, disponendo di un’arma devastante. Tutto è legato da un filo sottile ma resistente e toccherà proprio a Luca Graf insieme al commissario Califano cercare di risolvere il complicato enigma. 
Solo chi si immerge completamente nel crimine può creare un romanzo così forte. 
Al termine della stesura, vi assicuro, che l’autore avrà certamente fatto fatica a tornare nella realtà. Gianluca Versace con questo romanzo ha imposto un nuovo genere, dando all’omicidio una nuova origine. 
Tutti i giallisti dipingono il crimine come qualcosa di freddo e calcolato, mentre Gianluca Versace lo ha fatto nascere dagli angoli più nascosti dell’animo umano e proprio per questo motivo non è freddo e calcolatore, ma caldo e improvviso. 
Versace è una delle voci più originali della letteratura gialla. Il suo capolavoro vale la pena leggerlo.

(riproduzione riservata)